+39 339 1480 554 info@patriziabelleri.it

Nata a Saluzzo (Cuneo) il 21/04/1953.

Iscrizione all’Ordine degli Psicologi di Roma e del Lazio N. 2016.

Iscrizione Elenco Psicoterapeuti (17/12/1994).

Membro ICSAT (Italian Committee for the Study of Autogenic Training) con la qualifica di:

Operatore di Training Autogeno (votazione 100/100), dal 1984.

Operatore di Tecniche Autogene Superiori (votazione 100/100 con lode), dal 1985.

Diploma di Psicoprofilassi Ostetrica presso la Scuola Medica Ospedaliera di Roma, Docenti: Prof. Romano Forleo e Prof. Umberto Piscicelli. Tirocinio effettuato presso la Divisione di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Fatebenefratelli, Isola Tiberina, di Roma (1981).

Titoli conseguiti:

Diploma di Maturità classica, Liceo Socrate, Roma, 1974.

Baccalaureato in Scienze dell’Educazione, corrispondente al Diploma Universitario delle Università di Stato, conseguito nel 1976 presso la Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università Pontificia Salesiana di Roma (votazione 30/30, “summa cum laude”).

Laurea in Scienze dell’Educazione (1978), conseguita presso l’Università Pontificia Salesiana * di Roma (votazione 30/30, “summa cum laude”).

Laurea in Psicologia (1980) conseguita presso l’Università Pontificia Salesiana di Roma (votazione 30/30, “summa cum laude”).

Diploma di Qualificazione Professionale in Psicologia conseguito nel 1980 presso la Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università Pontificia Salesiana di Roma.

Tirocini e corsi di formazione

Tirocinio di “Interventi Psicopedagogici e Orientamento Scolastico e Professionale”, con la guida del Prof. Klement Polacek, nel 1978 per un totale di 200 ore.

Tirocinio di “Tecniche Proiettive e Diagnosi della Personalità”, con la guida del Prof. Vittorio Luigi Castellazzi nel 1977 per un totale di 144 ore.

Tirocinio di “Tecniche Psicodiagnostiche Strutturate”, con la guida del Prof. Klement Polacek nel 1976, per un totale di 36 ore.

Corsi di perfezionamento effettuati presso la SINAPSI (Società Italiana Non Analitica di Psicoterapia Autogena) (1995-2000):

Ipnosi immaginativa

Tecniche autogene immaginative

Logoterapia

Altri corsi di perfezionamento:

La mindfulness in psicoterapia: l’approccio ACT, condotto da Pietro Spagnulo e Stefano Marchi;

La psicoeducazione cognitivo comportamentale di terza generazione per il panico, DOC e depressione, condotto da Pietro Spagnulo.


Attività in Internet:

Consulenze psicologiche online

Ideazione e conduzione del Corso online di Training Autogeno, attivo dal 2005.

Staff Member di Psycommunity, la Comunità virtuale di Psicologi che studiano la relazione tra Internet e la psicologia.

Responsabile degli archivi bibliografici e sitografici di Psycommunity nonchè curatrice delle rubriche “L’Intervista di Psycommunity” e “Il Libro in primo piano”

I miei Maestri

Nel percorso formativo di una professione lo studio ha un’importanza fondamentale. Ma a nulla varrebbe se non ci fossero dei Maestri che trasmettono non solo nozioni ed esperienze, ma il “senso” della professione stessa. Io ho avuto il privilegio di incontrarne: voglio dedicare qualche parola a ciascuno di loro.

Klement Polacek

Titolare delle cattedre di Elaborazione e requisiti delle tecniche psicodiagnostiche, Tecniche psicodiagnostiche strutturate, e Orientamento educativo, presso l’Università Pontificia Salesiana.
Da lui ho imparato che la ricerca scientifica in psicologia richiede metodo, serietà ed umiltà. Ho imparato che gli strumenti psicodiagnostici, i cosiddetti test, comportano un lavoro scientifico lungo e rigoroso, per essere elaborati e per poter essere considerati validi, oggettivi e fedeli. Inoltre, che somministrarli ed interpretarne i risultati è un compito impegnativo e non può mai prescindere dalla relazione umana con il paziente.

Tullio Bazzi

Neuropsichiatria, docente universitario, è stato il maggior esperto italiano di Training Autogeno. Lo apprese direttamente da I.H.Shultz, il suo ideatore, e lo diffuse in Italia negli anni Cinquanta.
Fondò e diresse l’ICSAT e fondò la SINAPSI (Società Italiana Non Analitica di Psicoterapia)di cui fu autorevole didatta fino alla morte.
Sotto la sua guida ho appreso il Training Autogeno Somatico e le Tecniche Autogene Superiori. Amava dire ai suoi allievi che sul T A si può imparare molto dai testi scritti (lui stesso ne pubblicò diversi) ma personalmente preferiva raccontare quello che sui libri non si scrive: le storie dei pazienti, le emozioni e, soprattutto, la passione per la professione.

Luigi Peresson

Allievo del professor Bazzi, dagli anni Sessanta in poi ha curato la diffusione del Training Autogeno in Italia.
Assieme a Bazzi ha dato vita all’ICSAT, emanazione italiana dell’ICAT, e al CISSPAT.
A lui si deve l’introduzione del TA nello sport, con la preparazione atletica della squadra nazionale italiana di sci nel 1972, quella che grazie ad atleti come Thoeni e Gros, fu chiamata “Valanga Azzurra”.
Il suo motto era “nihil difficile volenti” e solo dopo la sua morte ho compreso fino a fondo perché lo avesse scelto. La moglie volle rendere pubblico un episodio della sua vita di cui egli non parlava mai. Durante la guerra subì una fucilazione, insieme con altri commilitoni; fu colpito al braccio destro e ne perse l’uso, ma si salvò perché creduto morto. Questa vicenda lo rese forte, a suo dire, e coraggioso di fronte alle avversità. Dedicò la sua vita professionale alla diffusione del TA. Morì di cancro ed affrontò con coraggio la malattia e si giovò del Training Autogeno per meglio tollerare il dolore: fu lui a volere che fosse resa pubblica la sua storia, un testamento spirituale dedicato ai suoi allievi.

Luciano Masi

Didatta ICSAT, direttore della SINAPSI, esperto di ipnosi.

Da lui ho appreso la tecnica della PAI (Percorso Autogeno Immaginativo), che egli stesso ha ideato, e dell’ipnosi immaginativa.

Umberto Piscicelli

Ha ideato la tecnica del RAT (Training Autogeno Respiratorio ) e da lui l’ho appresa. L’ha diffusa egli stesso in Italia alla fine degli anni Cinquanta e oggi è la più utilizzata tra le tecniche di preparazione al parto. In un’epoca in cui la profezia biblica “partorirai con dolore” influenzava la cultura del nostro Paese, Piscicelli ha avuto il merito di modificare l’atteggiamento culturale nei confronti del parto. Un evento naturale, reso temibile dall’ansia, dalle paure irrazionali, dalla scarsa conoscenza. La donna preparata lo affronta con serenità e riesce a ricondurre il dolore di parto nei limiti della sua naturalità.

Romano Forleo

Primario della Divisione di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Fatebenefratelli di Roma. Da lui ho imparato che la nascita è una festa e come tale va attesa, preparata e celebrata.

* La Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università Pontificia Salesiana di Roma è stata riconosciuta dal Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica di “Particolare rilievo sotto il profilo scientifico internazionale”. Inoltre, detta Università è legalmente riconosciuta dallo Stato Italiano per il rilascio di Lauree e Titoli Universitari Superiori a norma dell’articolo 40 del Concordato tra la Santa Sede e l’Italia e di altre norme e disposizioni di legge (Art. 31 della legge 19 gennaio 1942, n. 86; Art. 7 del R.D. 6 maggio 1925, n. 1084).

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.