+39 339 1480 554 info@patriziabelleri.it

Assumi una buona posizione, e fai il solito patto con te stessa di non muoverti per tutta la durata dell’esercizio. Chiudi gli occhi, abbandonati, cerca dentro di te la disposizione al rilassamento.

Assumi un atteggiamento di calma. Immagina di vedere il tuo corpo, calmo e rilassato. Cerca di immaginarlo con gli occhi della mente, come se lo vedessi dall’esterno. Adesso, immergiti nel corpo, sentilo dall’interno. Immergiti nel tuo corpo, nelle sensazioni che ti dà. Le braccia e le mani sono pesanti… Le braccia e le mani sono pesanti… Le braccia e le mani sono pesanti… Le gambe e i piedi sono pesanti… sono rilassati i muscoli dell’addome e il respiro va e viene… l’addome si dilata e si contrae… si dilata e si contrae… L’addome si solleva e si abbassa, con il ritmo del respiro lento e profondo… tutto il corpo è pesante… tutto il corpo è pesante e rilassato… sono rilassati i muscoli del volto, la mascella si rilassa, la bocca si schiude da sola… sensazioni di torpore avvolgono tutto il corpo… l’aria entra e esce e massaggia le fosse nasali, il rilassamento si fa sempre più profondo… sempre più profondo… tutto il corpo è uno spazio pieno… tutto il corpo è uno spazio pieno… tutto il corpo si dilata e si contrae… si dilata e si contrae a ogni respiro… tutto il corpo respira… il respiro se ne va da sé… il respiro mi respira… mi respira… mi respira… è bella la sensazione di essere cullate dal tuo stesso respiro… tutto il corpo respira… mi respira … … tutto il corpo si dilata e si contrae… si dilata e si contrae a ogni respiro… tutto il corpo respira… “mi respira” … “mi respira” … “mi respira” … “mi respira” … Sei dentro al tuo respiro… Ripeti mentalmente “mi respira”. Battuta delle mani… Battuta delle mani… Battuta delle mani… Battuta delle mani… (per circa un minuto)… “mi respira”…

Nota: La formula “mi respira” deve essere ripetuta mentalmente dalle gestanti mentre l’operatrice batte solo le mani. Le mani vanno battute ogni cinque secondi per circa un minuto. Si incomincia con una battuta lieve e si aumenta l’intensità via via per circa 30 secondi, poi si inizia a decrescere l’intensità della battuta.

(Si ripete per tre o quattro volte e poi si procede con la ripresa.)

Programma dei movimenti da fare con le dita delle mani come quelli che si fanno quando si suona il pianoforte. Adesso diamo inizio ai movimenti. I movimenti si fanno sempre più sciolti, ridai tono pian piano a tutti i muscoli. Muovi le braccia, le spalle, i piedi, le gambe. Adesso stringi forte ogni, fai un respiro profondo, apri gli occhi.

Psicologa Psicoterapeuta – Ordine Psicologi del Lazio N° 2016